mercoledì 28 maggio 2014

Stelle cadenti


Belin ma ancora credete ai risultati elettorali? Siete zombi! Le telecamere fatte con stampanti 3D hanno filmato tutto: quando uno dei nostri votava il movimento, nel seggio compariva Renzi in streaming, sbianchettava, leccava la matita, e votava PD. Belin, vi devo spiegare tutto. Mi raccomando, occhio in Piemonte: c'è il ballottaggio ma i media non ve lo dicono!

# sischerza #vinciamopoi #com'eraquelladelledimissioni? #leccatoridimatite #videoperatoriefotografiillegali

Purtroppo, come sempre, la colpa è sempre degli altri, anche quando la sconfitta è sonora... Anche in questo il guru e il suo Movimento non si discostano dal sistema che vogliono abbattere. 
Abbiamo assistito al trionfo del PD di Matteo Renzi, passato da 25.42 a 40.8%, il miglior risultato nazionale di un partito dal 1958 (solo la DC nel 1948 e nel 1958 era arrivata così in alto).
E dunque l'hashtag grillino #vinciamonoi ha ceduto il passo all'ironico #vinciamopoi. Una netta "non vittoria" del Movimento, che ha perso oltre il 4% rispetto alle politiche 2013, in termini assoluti quasi 2.900.000 milioni di voti in meno (anche se le acrobazie di Beppe cercano di dimostrare che si tratti solo di un milione in meno, considerando la maggiore astensione di quest'anno): domenica scorsa 5.792.865 voti, nel 2013 alle politiche 8.691.406 (dati del Ministero dell'Interno, voti presi alla Camera - al Senato gli aventi diritto al voto sono di meno). Tenendo fuori dal conto i voti all'estero (95.173) e Val D'Aosta (13.403).
Eppure, pare che non sia colpa di Beppe o dello stesso M5S. Pare che non abbiano inciso alcuni elementi che alla lunga avrebbero potuto stancare l'elettorato: gli eccessi tipo "oltre Hitler" e "processi popolari"*, l'evanescenza del programma, gli slogan e gli annunci apocalittici che sostituiscono le proposte, o la ricerca di consenso che sovrasta la ricerca del bene comune. Già letto e sentito che: 


  • "sicuramente ci sono stati brogli" 
ma come? con le Forze dell'Ordine dalla vostra parte? ("La Digos è tutta con noi, la Dia è tutta con noi, i carabinieri pure")

  • "attenzione: hanno manipolato i seggi - controlliamo"
e i rappresentanti di lista stavano lì a leccare le matite?
  • "ecco il prezzo degli italiani: 80 euro" 
vai con gli slogan, fino alla fine! ma allora gli 80 euro non erano tanto ridicoli come intervento?



Naturalmente, non arriveranno le dimissioni annunciate di Grillo. C'è forse una spiegazione cui non si può ribattere (pena l'espulsione): Beppe ha detto che si sarebbe dimesso (da cosa? megafono? proprietario?) se avesse preso "un solo voto in meno" rispetto alle politiche. Invece i voti persi sono 3 milioni. Belin, non capite mai...


Massimo

* "Niente di violento e aggressivo, è un gioco che deve soddisfare milioni di italiani che sono stati depredati da questa associazione a delinquere di stampo politico-legale e informatico".

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...