mercoledì 19 aprile 2017

Serie TV - ritornano gli scudieri, arriva Iron Fist


Un altro mese passato senza scrivere: shame on me. Riprendiamo il filo delle serie televisive.

AGENTS OF SHIELD
Per gli scudieri si è conclusa la seconda delle tre sezioni della stagione: dopo "Ghost Rider" (le prime 8 puntate), in questo mese sono andati in onda la conclusione di "LMD" (7), e l'inizio di "Hydra" (7). 
In The Man Behind the Shield (4x14) scopriamo come in passato Coulson e May avessero incrociato e battuto una squadra dell'intelligence russa (SVR) di cui faceva parte Anton Ivanov: i compagni del futuro Superiore furono giustiziati per il fallimento. Nel presente, lo SHIELD trova e libera Mace, che era tenuto prigioniero e torturato da Ivanov. Fitz e Simmons cercano inutilmente di rintracciare il segnale del Framework, la realtà virtuale in cui è imprigionata May, ma al rientro alla base scoprono che altri 4 agenti sono stati sostituiti con LMD. Infine il sostituto di Coulson riattiva quello di May.
In Self Control (4x15) i finti Coulson, Mack e Mace, consapevoli di essere LMD, cercano di uccidere tutti gli Inumani, seguendo il piano di Ivanov. Simmons scopre che il quarto LMD non è Daisy, ma Fitz, e lo mette fuori uso. Poco dopo la scienzata incontra l'inumana, che ha trovato un esercito di suoi LMD: le due fuggono per cercare di entrare nel Framework in remoto e aiutare i compagni a "svegliarsi". Aida individua in Radcliffe l'unico ostacolo per la sicurezza del Framework: lo ferisce gravemente e ne carica la coscienza nel mondo virtuale. Daisy elimina i sostituti di Mack, Mace e Coulson, mentre Simmons recluta alcuni agenti superstiti. All'entrata dell'hangar, le due trovano l'LMD di May ma la convincono a lasciarle passare (inoltre l'androide fa saltare in aria la base). Aida sveglia l'LMD di Ivanov, la cui testa è dentro una teca. A bordo dello Zhepyr One, Simmons e Daisy entrano infine nel Framework, nel cui mondo dettagliatissimo Daisy è fidanzata con Ward, Simmons risulta deceduta, Fitz è un uomo di successo, Coulson è un insegnante contrario agli Inumani, Mack vive con sua figlia e May lavora per l'HYDRA.


Meet Madame Hydra - fonte: blog.screenweek.it

Dopo una pausa di un mese e mezzo, la serie degli scudieri è ripresa con l'episodio intitolato opportunamente "What if": la realtà virtuale in cui sono prigionieri gli agenti risulta dominata dall'Hydra, inoltre molti personaggi non si comportano secondo le aspettative. All'interno di Framework, Daisy e Ward lavorono per l'Hydra sotto la supervisione di May e Fitz. In questa "realtà", invece di uccidere la piccola inumana in Bahrein, Melinda la portò negli Stati Uniti, dove la bambina fece un massacro che diffuse l'odio contro gli Inumani, portò all'ascesa dell'Hydra e alla caduta dello SHIELD. Nel "presente", Simmons riesce a uscire dalla fossa comune di agenti SHIELD dove era stata sepolta. Rintraccia Coulson, che però è un insegnante favorevole all'Hydra e la denuncia come sovversiva. Interrogato da Daisy, Vijay Nadeer rivela la presenza all'interno dell'Hydra di un infiltrato della Resistenza (superstiti dello SHIELD). Daisy incontra Simmons, seguita da Ward: è lui l'infiltrato della Resistenza. Il dispositivo di Daisy e Simmons per uscire dal Framework è bloccato da AIDA, direttrice dell'Hydra e amante di Fitz. Daisy incontra Coulson e riesce fargli ricordare il suo nome. In "Identity and Change", Daisy, Ward, Coulson e Simmons incontrano Mace, leader della Resistenza. Mack viene fermato insieme alla figlia Hope: May lo utilizza per provare l'appartenenza di Daisy allo Shield. Messa alle strette, Aida "Madame Hydra" riesce a rispondere alle domande di Fitz sul mondo "dall'altra parte" senza perdere la sua fiduciaSimmons, Coulson e Ward trovano Radcliffe su un'isola, dove vine con Agnes Kitsworth; lo scienziato rivelva che entrambi sono morti nel mondo reale, dunque non possono il Framework. Arrivano Fitz e Madame Hydra, la quale cerca di interrompere le rivelazioni di Radcliff sul mondo esterno: Fitz rimane comunque imperturbabile e spietato. Daisy viene catturata, picchiata e individuata come possibile inumana, mentre Mack, pentito, si unisce alla resistenza.
Curiosità: Aida viene chiamata "Madame" e "Opheliada Fitz. "Interpreta" Madame Hydra, personaggio all'esordio nel MCU, già visto su grande schermo in "Wolverine - l'immortale", nato nei fumetti a fine anni '60: Ophelia Sarkissian è un'abile combattente ungherese che arriva ai vertici dell'organizzazione criminale.

IRON FIST
La serie su Pugno d'Acciaio non mi sta entusiasmando, ma non condivido i tanti giudizi pessimi letti in queste settimane. Bisogna tuttavia sottolineare come la qualità delle serie superoiche Netflix sembri in calo quasi costante: dopo l'inizio entusiasmante di Daredevil, l'asticella si è abbassata con Jessica Jones e Luke Cage - in particolare nella gestione dei villain, a mio avviso - mentre Iron Fist manifesta diverse pecche qualitative: scrittura e recitazione un po' approssimative, ritmo blando, scarsa abilità nelle arti marziali da parte dell'attore protagonista e in generale combattimenti poco credibili e spettacolari. Carenze compensate solo in parte da pregi ed elementi positivi, in particolare lo sviluppo non banale di alcuni personaggi e ai numerosi riferimenti ai fumetti (in particolare di Pugno d'Acciaio) e al Marvel Cinematic Universe (in particolare agli intrecci con le serie Netflix precedenti).

FUMETTI DI IRON FIST
Vediamo almeno 3 avversari tratti dalle storie cartacee di Pugno d'Acciaio: la “Donna Ragno” esperta di veleni è probabilmente la Sposa dei Nove Ragni, dal ciclo di storie “Immortal Iron Fist” (ed è una delle Armi Immortali, i campioni delle Sette Città Capitali del Cielo); nello stesso episodio Danny affronta Scythe, armato di alabarda; a metà stagione compare il sensei Bakuto, il cui ruolo si evolve nel corso degli episodi. Viene inoltre citato il "mentore" Yu-Ti, signore della Montagna di Giada.


MCU
Numerosi riferimenti al Marvel Cinematic Universe/Multiverse (la "battaglia di NY", il "mostro verde") e cameo: l'immancabile Stan Lee compare in un poster, mentre di Jack Kirby vengono mostrati alcuni disegni "mostruosi", attaccati dal piccolo Danny Rand su una scrivania dell'azienda e mai rimossi. Questo video è una raccolta molto dettagliata dei riferimenti contenuti nella serie.

INTRECCI CON LE SERIE PRECEDENTI 
- ricorrono Claire Temple  (fil rouge delle serie Netflix), SPOILER Madame Gao e la Mano
- tornano l'avvocatessa Jeri Hogarth e del giovane Darryl, visti in Luke Cage
- il logo del drago già visto in Daredevil, utilizzato dalla criminalità organizzata cinese, ricorda lo steel serpent, simbolo del villain Davos, e il drago tatuato sul petto di Danny: Shou-Lao l’Immortale, fonte dei poteri dell'eroe
- vengono citati Daredevil e suoi "amici" Mitchell Ellison (direttore del New York Bullettin) e Karen Page (neo-reporter)
- vediamo un'ulteriore versione della hallway fight, combattimento in uno spazio ristretto, che già aveva caratterizzato le serie precedenti
- compare l’emittente televisiva WJBP-TV, già vista in Luke Cage
- senza nominarli direttamente, si fa riferimento a Jessica Jones (Joy propone a Ward di ricattare il CdA della Rand-Meachum con foto scattate da un'investigatrice privata con problemi di alcool) e Luke Cage (Claire legge più volte una sua lettera dal carcere, utilizza la sua espressione "Sweet Christmas" e verso la fine della stagione presta a Danny una maglietta gialla con fori di proiettile)
- il materiale che ha dato i poteri a Matt Murdock usciva da un furgone della ditta Rand Enterprises.


DEFENDERS


Il 18 agosto vedremo la serie dedicata alla squadra dei 4 eroi Netflix, uniti contro il villain Alexandra, interpretata da Sigourney Weaver. Ci saranno anche l'immancabile infermiera Claire Temple, Elektra (Elodie Yung), la neo-reporter Karen Page, la poliziotta Misty Knight, gli avvocati Foggy Nelson e Jeri Hogarth, il guerriero Stick, la sensei Colleen Wing, il tossicodipendente Malcolm Ducasse, la conduttrice Trish Walker (che nei fumetti è Hellcat e ha fatto parte sia dei Vendicatori sia dei Difensori).



Il cast confermato di The Defenders - fonte: whats-on-netflix.com



DC E ALTRE SERIE

Per quanto riguarda la DCFlash e Gotham torneranno a ridosso del 25 aprile (un mese di pausa per il velocista, mentre la serie pre-Batman è ferma da gennaio).

Per il resto? Si è conclusa la settima stagione di The Walking Dead, ma io non sono arrivato neanche al mid season finale. Con la terza di Better Call Saul è ripreso il conflitto tra Jimmy e suo fratello (temo che prevarrà la tristezza che ha connotato la stagione precedente). il 25 giugno inizierà la settima stagione di Game of Thrones





Massimo

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...