martedì 8 novembre 2016

Agents of SHIELD - Dal Darkhold al Doctor Strange

Agents of Shield continua, a mio avviso, sulla buona traccia dello scorso anno. Come detto in precedenza, quest'anno si è aggiunto l'elemento soprannaturale, rappresentato da Ghost Rider (versione Robert Reyes) e dai "fantasmi" generati da un esperimento compiuto con il  Darkhold, un libro che collega la serie al film sul dottor Strange
Nei fumetti Marvel il volume è stato scritto miliardi di anni fa dall'antica divinità Chthon, è considerato il più potente libro di magia nera, con una tale influenza corruttrice che gli utilizzatori rischiano di essere posseduti dallo stesso Chton. È appartenuto a Morgan Le Fay, Aelfric il monaco pazzo, Cagliostro, Taboo, Gregor Russoff e il Dottor Strange. Ad ulteriore conferma della connessione con il personaggio appena entrato nel MCU, il Darkhold è considerato la "controparte" del libro dei Vishanti usato dal mago supremo.

La sesta puntata della quarta stagione intreccia le origini di Ghost Rider (SPOILER: con tanto di passaggio di poteri da una "versione precedente" - Johnny Blaze o Danny Ketch?), le tensioni tra il direttore Mace e Coulson ("reo" di nascondere due potenziati fuorilegge, Daisy e Robert), con il chiarimento e lo sviluppo della vicenda dello "zio" Eli Morrow e dei "fantasmi" di Lucy Bauer. Robert è un problema, soprattutto diplomatico, ma in questo momento è il soggetto più potenziato di cui può disporre lo Shield, e diventa indispensabile per affrontare sia "fantasmi" sia SPOILER un nuovo villain, molto pericoloso). Potrebbe servire anche Jonnhy Blaze?
Cliffhangerone finale: per sapere SPOILER che fine hanno fatto Coulson, Reyes e Fitz dopo l'esplosione nella centrale elettrica, bisogna aspettare il 29 novembre: lo show fa una pausa di quattro settimane (e quest'anno non c'è neanche la consolazione di Agent Carter).

 Certi esperimenti e soprattutto certi libri sarebbero da evitare!



Massimo

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...