venerdì 14 agosto 2015

Ant-Man: finisce la Fase 2 Marvel. E si ride.


Ho appena visto Ant-Man. Sarò breve perché l'ora è tarda. Il film è nello standard del Marvel Cinematic Universe. Cioè, per chi è un marvel fan, divertente, ben fatto e coinvolgente. Niente male, considerando che Ant-Man è uno dei Vendicatori meno cool. All'inizio del film viene persino ridicolizzata - in quanto impossibile - l'idea stessa di un eroe che si rimpicciolisce e comunica con gli insetti. Nel trailer (ma non nel montaggio finale) Scott Lang chiede se può cambiare nome...

In ogni caso la pellicola funziona, grazie alla storia, agli ingredienti, ai riferimenti "fumettosi" nonché alla bravura degli attori. Paul Rudd è molto convincente (e perno della comicità insieme ai suoi amici) nei panni di Scott Lang, il "nuovo" Ant-Man. Michael Douglas interpreta Henry Pym, per quelli della mia età il "vero" Ant-Man. La sempre bella Evangeline Lilly (la Kate di Lost), interpreta sua figlia Hope e dà mazzate al protagonista. Il tono del film è prevalentemente comico, ma non mancano epicità, drammi familiari e - come detto - coinvolgimento (non ricordo l'ultima volta in cui ho provato empatia per l'insetto di un prodotto di fiction...). 

In realtà lo Shield compare... (fonte: streetrobot.com)




Tanti, naturalmente, i riferimenti ai fumetti Marvel e al MCU: 


  • scopriamo il passato dei due fondatori della versione cartacea dei Vendicatori ancora non comparsi nel MCU
  • tornano due protagonisti di Agent Carter (uno "invecchiato" e uno impersonato da un attore diverso)
  • viene citato di sfuggita un amichevole eroe di quartiere
  • compaiono tre (quattro?) Vendicatori; il protagonista si scontra con uno di loro. Per evitare spoiler, non faccio nomi; diciamo che compaiono due terzi del "Team Capitan America" del prossimo Civil War; per i curiosi, basta leggere la pagina di Wikipedia dedicata al film


Attenzione: ci sono sia una scena mid-credit, sia una post-credit (strettamente legata a uno dei prossimi film Marvel): anticipazioni interessanti sui futuri sviluppi del MCU e in particolare degli Eroi Più Potenti della Terra.

Si chiude così la Fase Due dei film Marvel. La Tre si aprirà il prossimo anno con "Captain America: Civil War" (che per epicità e numero di supereroi sarà praticamente un "Avengers 2.5") e "Doctor Strange", mentre l'anno successivo toccherà al seguito dei Guardiani della Galassia, al primo film dei Marvel Studios sull'Uomo Ragno e a "Thor: Ragnarok". Nel 2018 arriverà il terzo capitolo dei vendicatori: "Avengers: Infinity War - part 1".


Massimo

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...