venerdì 9 gennaio 2015

Avengers 3 - aggiornamento sulle pietre dell'infinito

Visto che i due capitoli di "Avengers 3 - Infinity War" dovrebbero essere incentrati sul tentativo di Thanos di conquistare le 6 pietre dell'infinito (controparte cinematografica delle analoghe gemme "cartacee"), create dalle Entità Cosmiche e in grado di conferire al Titano poteri immensi, ecco un aggiornamento sulla loro apparizione nel Marvel Cinematic Universe: oggetto, pietra (tenendo conto che colori e caratteristiche non sono necessariamente gli stessi delle gemme), eventuale conferma, filmato dove è comparsa, attuale collocazione. 
Seguono SPOILER vari.



Pietra dello Spazio

Confermato da Kevin Feige. Compare in The Avengers, Captain America: Il primo vendicatore, Thor.  Viene citato in Thor: The Dark World, mentre ne I Guardiani della Galassia viene visualizzato in un ologramma.
Al termine di The Avengers viene portato da Thor su Asgard, dove viene custodito nella cripta di Odino (da Heimdall, secondo marvelcinematicuniverse.wikia.com).  

Risulta analogo al cubo cosmico dei fumetti. Anch'esso cubico, dà accesso immediato a qualsiasi luogo in tutto l'universo. Umani e Chitauri l'hanno usato per produrre armi avanzate.



Thor si appresta a portare ad Asgard il Tesseract (The Avengers - fonte: marvelcinematicuniverse.com)


Pietra della mente? (ipotesi sostenuta da screenrant.com e orgoglionerd.it).  

Compare in The Avengers, utilizzato da Loki, ma risulta ora in possesso del Barone von Strucker, che lo custodisce in una base dell'HYDRA (come si vede nella scena mid-credit alla fine di "Captain America - The Winter Soldier" e presumibilmente tornerà in "Avengers: Age of Ultron").
Lo scettro costruito dai Chitauri era in possesso di Thanos, che l'ha dato a Loki per farsi aiutare ad invadere la Terra. Ha il potere di soggiogare le menti, piegandole alla volontà di chi usa lo scettro, e di proiettare la coscienza su un piano superiore di esistenza. Dopo il fallimento di Loki, lo SHIELD si è impossessata dallo scettro, ma agenti dormienti l'hanno consegnato all'HYDRA, che l'ha utilizzato per esperimenti su controllo mentale e proiezione astrale. 

Loki e il suo scettro (The Avengers - Fonte: insidepulse.com)

Pietra della Realtà?

Compare in Thor 2 - The Dark World ed è custodito dal Collezionista sulla stazione spaziale Ovunque (andata distrutta ne I guardiani della Galassia).
 
L'Aether o etere è un liquido viscoso, rosso scuro, che galleggia in aria. Si comporta come una forza simbiotica che può essere assorbita nel corpo di un ospite vivente, dandogli immensa forza, potenza, e capacità apparentemente illimitate. È successo solo a due individui, Jane Foster e Malekith, ma le circostanze hanno impedito lo sviluppo delle potenzialità dell'Aether.
 
Jane Sommers osserva L'etere (Thor - The Dark World - Fonte: screenrant.com)

L'etere in mano al Collezionista (I Guardiani della Galassia -
fonte: marvelcinematicuniverse.com)



Pietra del potere

Confermato dal regista James Gunn.  
Compare ne I guardiani della Galassia ed è custodito dai Nova Corps su Xandar. 
Il globo (orb) in realtà è la custodia della pietra, simile a un gioiello viola. Fonte di energia fantastica, se utilizzato in pieno, può cancellare un intero pianeta. Cercata da Thanos, che ha incaricato Ronan l'Accusatore di recuperarla sul pianeta morto di Morag. Ad acquisirla è invece Star-Lord (Peter Quill), che la porta su Ovunque per consegnarla al Collezionista, ma la potenza distruttiva della pietra devasta la stazione spaziale. Se ne impossessa Ronan, che la vuole usare per distruggere la vita su Xandar e uccidere Thanos, ma i Guardiani della Galassia gliela tolgono e insieme riescono a usarne il potere per distruggere l'Accusatore. Infine la affidano alla custodia del Nova Prime Irani Rael.


 Peter Quill ammira l'Orb ne "I Guardiani della Galassia" (fonte: moviepilot.com)

Pietra del tempo?

Da confermare la natura di pietra dell'infinito. 
Compare per la prima volta nella puntata 2x01 di Agents of Shield. In possesso del Dottore, padre di Skye, che propone un'alleanza all'Hydra per eliminare Coulson e la sua squadra. Come emerge nel mid-season finale della seconda stagione, il Divinatore (come lo chiama il Dottore) non è un "pezzo unico" (a fine episodio se ne vede uno simile), e contiene i cristalli terrigeni, che sprigionano le omonime nebbie, con effetti portentosi. É nella Città, all'interno del Tempio, colpito da un "terremoto" a fine episodio.

L'obelisco rivela il suo contenuto: i cristalli terrigeni (Agents of Shield 2x10 -
fonte: marvelcinematicuniverse.com)



Manca all'appello la gemma dell'anima: sarà un obiettivo di Ultron?


Riguardo Agents of SHIELD, Robert Downey Jr. si è detto disponibile a partecipare alla seconda stagione, pur spiegando che ci sono diverse difficoltà: “Nulla è impossibile. Ma potrebbe esserci una buona dose di burocrazia per un qualcosa del genere. Amo Clark Gregg e sono felice che lo show stia venendo così bene”. Dall'immagine, sembra che gli altri due "Big Three" l'abbiano presa bene (#SiScherza)

Super Brofist



Massimo

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...