giovedì 4 dicembre 2008

Addio pista di pattinaggio...

Sembra proprio che la pista sul ghiaccio in Cascina quest'anno non si farà. I cittadini che non volevano la pista ed erano fermamente contrari all'iniziativa (a costo zero per la Circoscrizione), possono tirare un sospiro di sollievo, perché la delibera ieri sera non è stata approvata, nonostante il voto favorevole di 4 partiti di maggioranza (PD, Partito Socialista, Comunisti italiani, Sinistra Democratica) e 3 di opposizione (Raggruppamento Lupi, Lega Nord Piemont, Raggruppamento Di Silvestro).



Oltre al fatto che il progetto non sarebbe costato un euro di denaro pubblico, sottolineo che la presenza delle scuole l'anno scorso è stata consistente, che la pista rendeva la Cascina un luogo più accogliente e festoso, e che il nuovo progetto poteva migliorare la partecipazione complessiva e la qualità dell'offerta commerciale a lato della pista. Il pattinaggio sarebbe stato a pagamento, come nelle altre strutture, ma con notevoli agevolazioni per le scuole, anche grazie al contributo della Regione. Se qualche affabulatore vi racconta che al Motor Village di Piazza Cattaneo si pattina gratis, chiedetegli pure il rimborso: qui sono riportate le tariffe.




I cittadini che invece volevano la pista, possono "ringraziare" il voto contrario di Italia dei Valori (maggioranza), Gruppo Misto Associazione PPE, Rifondazione Comunista, Forza Italia PDL, AN (opposizione).
Come commentare? E' giusto che ognuno voti secondo coscienza. Ma sulle modalità che ostacolano la libertà dei consiglieri di votare come ritengono opportuno, ho trovato molto significativa la testimonianza di uno dei pochi cittadini coraggiosi che si prendono la briga di assistere alle sedute del Consiglio di Circoscrizione: segnalo l'interessante rubrica "Occhi sul consiglio" curata dall'amico Fabrizio Giacone nel suo blog.


Per consolarsi, una buona notizia: è stato risolto un problema segnalato da molti residenti della zona della Giajone. A seguito della chiusura della bocciofila di fronte alla Cascina (via Balla angolo via Guido Reni), la struttura sul lato ovest del campo da gioco era presto divenuta "nascondiglio" per alcuni giovani, della zona e non, responsabili di episodi spiacevoli di vario tipo, agevolati dalla scarsa visibilità dall'esterno. Venuti meno con la diminuzione della temperatura, questi fatti si sarebbero probabilmente ripetuti a partire dalla prossima primavera.
Il luogo "incriminato" era
una recinzione rettangolare coperta dalla vegetazione (evidenziata in rosso nell'immagine): la Circoscrizione ha provveduto allo smantellamento della struttura, la cui funzione, come detto, è cessata con la chiusura della bocciofila. In questo modo il problema di ordine pubblico dovrebbe essere risolto.



Massimo

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...