mercoledì 29 marzo 2006

Appello importante... mano sulla coscienza


Ragazzi, la sicurezza legata all'euforia delle Primarie (e ai maledetti sondaggi) si è attenuata. Lungi da me non pensare vincente. Ma visto che governare con il 50.5% espone alle bizze dei Mastella e dei Bertinotti (anche se sembra maturato), è meglio puntare al largo successo.
Sicchè... anche se questo non è un sito di propaganda, vi chiedo di mettervi una mano sul cuore, e l'altra sulla coscienza. A questo punto fermi dove siete.
Se avete intenzione di votare Berlusconi quelli là, restate fermi con una mano sul cuore e l'altra sulla coscienza. Così fino al 12 aprile. Non potete cambiarvi, aprire porte, dare documenti, apporre segni. Niente.
Se invece sperate nell'Unione, e volete rimandare a casa il Nano Malefico e i suoi compagni di merende, allora probabilmente la mano sulla coscienza l'avete già messa, perciò mantenetela solo metaforicamente e andate a votare. E spargete la voce. Se qualcuno, comprensibilmente, non è pienamente convinto da questa sinistra, trovate le argomentazioni giuste. Senz'altro le intenzioni e le capacità del centrosinistra sono buone.
Ma ricordatevi e ricordate a tutti che stiamo parlando di un imprenditore padrone di mezz'Italia, iscritto alla P2, entrato in politica quando l'amico Craxi ha smesso di "proteggerlo", "sceso in campo" spinto dal bisogno di appianare i propri debiti economici e con la legge, desideroso di unire ed esaltare le peggiori abitudini della Prima Repubblica, comprese alcune "discutibili amicizie" siciliane.
Siamo governati da un losco individuo megalomane ed egocentrico, il cui successo si basa su Tv, calcio e barzellette, sull'immagine dell'uomo vincente e - falsamente - nuovo.
Ricordatevi tutte le scandalose leggi ad personam, fatte da Berlusconi per addomesticare i processi e non andare in galera, per proteggere gli amici, per sanare milioni di euro di debiti con il fisco pagando 8000 (ottomila) euro (sic). "Probabilmente" il Paese aveva problemi piu' gravi da risolvere. Probabilmente.

Ricordatevi delle figuracce fatte in Europa: Berlusconi ha proposto a un europarlamentare tedesco di fare la parte del kapò nazista (ma "con ironia"); ha fatto le corna al Ministro degli Esteri spagnolo ("ma era un incontro informale"); la leggerezza con cui ribadisce la superiorità della civiltà occidentale rispetto a quella musulmana (altro capolavoro di diplomazia internazionale... sarebbe stato comprensibile da parte di un leghista, o l'avventore di un bar... ma un Presidente del Consiglio?), per animare la sua campagna basata sul fantasma del comunismo, ha rivangato i misfatti della Cina di Mao (che mossa... dai, tanto "si è lamentato solo un funzionario").
Il nano malefico ha contro la stampa internazionale, a partire da quella conservatrice.
Il re dei "diplomatici" (vedi foto) è anche amicone dichiarato di quell'altro bel tomo di Bush... particolarmente amico quando c'è da gettare benzina sull'incandescente mondo arabo, far le guerre per il petrolio chiamandole "missioni di pace" ed "esportazione della democrazia". E ovviamente quando l'intervento al Congresso può svolgere la funzione di spot elettorale.
Perciò, andiamo a votare, rimandiamolo a casa, e costruiamo un Paese migliore.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...