giovedì 7 aprile 2016

The walking dead: finale di stagione

Molto soddisfatto dal finale di stagione di The Walking Dead (così come dalla conclusione di 11.22.63, di cui parlerò prossimamente). Gli annunci "epocali" ovviamente erano gonfiati per ragioni di marketing (così come mi sembrano prodotte dall'ufficio stampa le dichiarazioni degli attori sul copione della puntata, su cui tornerò dopo), ma effettivamente l'episodio 6x16, Last Day on Earth, è stato uno dei più tesi della serie, senz'altro per quanto riguarda le ultime stagioni. 64 minuti, e non i 90 annunciati, ma in buona parte li ho passati incollato allo schermo.

Resa dei conti? (fonte: hallofseries.com)

SPOILER (prossimamente cercherò di farne meno). La stagione si chiude con la cattura dei protagonisti, e l'attesissima entrata in scena di Negan, interpretato da Jeffrey Dean Morgan (Denny Duquette in "Grey's Anatomy", al fianco di Uma Thurman in "Un marito di troppo" e il Comico in "Watchmen"). Bloccato il gruppo in mezzo a un bosco, i Saviors fanno uscire da un furgone Michonne, Glenn, Rosita e Daryl. Rick e compagni vengono fatti inginocchiare, infine viene chiamato Negan, il quale spiega che dovrà punirli per aver ucciso molti suoi uomini. Vuole metà delle loro cose, e ucciderà uno del gruppo. Il leader, dopo molto tempo, è nuovamente scosso e spaventato.

TRASPOSIZIONE DAL FUMETTO
Molti altri dettagli della sequenza finale, in particolare le frasi di Negan, sono ripresi fedelmente dal fumetto, in particolare al famoso n. 100, dove il personaggio, appena introdotto, uccide brutalmente Glen usando la sua "Lucille", una mazza da baseball con del filo spinato. Il villain cartaceo è molto violento, sadico e sboccato: per ora l'unica differenza è un linguaggio leggermente meno colorito


Negan appena entrato in scena chiede di sapere chi è il capo (fonte: mtv.mtvnimages.com)


La punizione è inevitabile per aver ucciso gli uomini di Negan
(fonte: mtv.mtvnimages.com)


La conta per decidere la vittima (fonte: mtv.mtvnimages.com)

MEET NEGAN
Sussidiario.net riporta una dichiarazione dello showrunner Scott Gimple che dà un'interpretazione di Negan meno negativa rispetto alle apparenze: 
"Per molti versi Rick e Negan sono le due facce della stessa medaglia e possono contare su molti punti simili nel loro vissuto. Lo showrunner Scott Gimple ha infatti dichiarato in un'intervista al Forbes: 'penso che se seguissimo Negan lo troveremmo allo stesso punto in siamo arrivati con Rick'. Gimple ha anche sottolineato più volte che Negan in realtà non è un personaggio cattivo. Siamo pronti infatti a giustificare ogni azione di Rick perché come telespettatori conosciamo le difficoltà in cui si è trovato. Secondo lo showrunner il personaggio interpretato da Jeffrey Morgan è a tutti gli effetti 'un tipo onesto' ed è per questo che nel finale della sesta stagione, afferma di dover uccidere un componente del gruppo di Rick solo come dazio per aver eliminati molti dei suoi. [...] Ha inoltre speso qualche parola circa le critiche mosse verso la decisione che lo aveva portato a togliere il nome di Steven Yeun, Glenn nella serie, dai titoli di coda per far sembrare che il personaggio fosse morto. 'Volevo che il pubblico vivesse un'esperienza emozionale forte e non volevo che venissero sviati da alcuni particolari'.

 
Negan e Lucille (fonte: cdn.bgr.com)

INDIZI E IPOTESI SULLA VITTIMA

La scena che chiude la sesta stagione avviene in soggettiva, dunque vediamo solo Negan e non sappiamo chi sia la vittima (la serie televisiva ha riadattato molti eventi del fumetto cambiando i personaggi, per esigenze narrative e per mantenere l'interesse dei lettori del fumetto). Non viene nemmeno detto esplicitamente che il personaggio sta per essere ucciso (anche se viene lasciato intendere dal contesto, e l'omicidio di un membro del gruppo è stato annunciato poco prima):

“I don’t want to kill you people. I want you people to work for me. You can’t do that if you’re dead, now can you … But you killed a whole lot of my people … For that you have to pay. So now I’m going to beat the holy hell out of one of you.”
(Non voglio uccidervi, voglio che voi lavoriate per me. Non lo potete fare se siete morti. Ma avete ucciso molti dei miei uomini, per questo dovete pagare. Sto per pestare per bene uno di voi).


La frase pronunciata da Negan durante il pestaggio ("hai incassato come un vero campione") poteva sembrare rivolta a Carl, ma è la stessa detta a Glenn nel fumetto, inoltre lo stesso Negan poco prima aveva detto, riferendosi al figlio di Rick, "non fatemi uccidere il futuro serial killer". Carl può tornare utile. Tuttavia, essendo stata affidata la scelta a una conta, valgono fino a un certo punto le speculazioni in merito all'utilità strategica del personaggio ai fini di Negan.

Poco probabile, a mio avviso, che sia Daryl a lasciarci le penne (credo sia uno dei pochi a fare audience da solo), sono anche perplesso su Glenn (troppo scontato per chi ha letto il fumetto): potrebbe al limite trattarsi di lui se venisse gravemente ferito ma non ucciso. Durante il finale, si sente confusamente una voce, secondo molti si tratta di Glenn che chiama Maggie, ma il tutto potrebbe essere una citazione dal fumetto (vedi immagine) nonchè un "depistaggio". 



Nel fumetto, Glenn chiama Maggie (fonte: moviepilot.com)


La frase "My mother told me to pick the very best one and you are it" (mia madre mi ha detto di prendere il migliore e tu lo sei"), considerata da alcune fonti un indizio, è in realtà la fine della filastrocca della conta: "Eenie meenie miney mo catch a tiger by his toe. If he hollers let him go. My mother told me to pick the very best one and you are it".
Il video della scena finale è disponibile online.



 Dal punto di vista di Negan (mondofox.it)

La disposizione del gruppo, da sinistra a destra: Glenn - Rosita - Daryl - Michonne - Abraham - Maggie -  Rick - Sasha - Aaron - Carl - Eugene.


Sussidiario.net fa notare che "l'ombra sul volto di Rick lascia pensare che Negan si sia voltato verso destra al momento dell'attacco e che, quindi, le vittime erano quelle inginocchiate alla sinistra di Rick".


 Gli uomini di Rick attendono di sapere chi sarà massacrato (fonte: movieplayer.it)
 

Questo fotogramma, postato sul forum di movieplayer.it, suggerirebbe che la vittima sia Eugene, l'unico che ha davanti a sè gli alberi anzichè il camper (ma anche l'inquadratura potrebbe essere volutamente ingannevole, basterebbe una posizione "obliqua" di Negan con la vittima girata verso di lui). Sembra un ottimo candidato: non indispensabile, ha da poco effettuato un'evoluzione positiva riservata spesso ai personaggi secondari prima di farli uscire di scena (era capitato poco prima con Denise). Di recente, non più legato dal timore e l'impaccio, Eugene ha voluto agire in prima persona, superando le perplessità di Abraham, e ha imposto la sua presenza sul camper, sacrificandosi poi coraggiosamente. Altro personaggio a rischio, a mio avviso, è lo stesso Abraham. Non penso che lo show si privi di un elemento di punta (per la storia ma sopratutto in termini di audience), mentre la scelta di un personaggio secondario potrebbe risultare un po' una delusione - dopo l'hype generato dalla puntata, destinato a durare 6 mesi - ma "comoda" per l'economia dello show. In definitiva, la mia personale classifica, dal più probabile all'inverosimile: Eugene, Abraham, Sasha, Rosita, Aaron, Maggie, Glenn, Carl, Michonne, Daryl, Rick.



NEMMENO IL CAST SA CHI ABBANDONA LA SERIE?
Il sito ibtimes.com riporta alcune dichiarazioni rilasciate dagli attori a Entertainment Weekly sulle reazioni a seguito della lettura del copione. Andrew Lincoln (Rick) a proposito di Negan ha parlato della “migliore entrata in scena mai scritta”, mentre Norman Reedus (Daryl) ha definito il finale “davvero hardcore e pieno di budella”. Inoltre, sempre secondo EWdopo aver letto cosa accadrà: 
  • Lincoln è arrivato tardi sul set perchè non aveva dormito
  • Lauren Cohan (Maggie) era così scossa che non è andata a lavoro
  • Josh McDermitt (Eugene) ha lanciato il fascicolo per aria

No, non le ha scritte l'ufficio stampa...


Chanderl Riggs (Carl), conferma su twitter: "Se vi può far sentire meglio, non so ancora chi è stato ucciso e sono passati sei mesi da quando ho letto il copione #chiè"
"if it makes you feel any better i still don't know who got killed and it's been like 6 months since i read the script #whoisit
 — chandler riggs (@chandlerriggs) 4 aprile 2016"

LA SETTIMA STAGIONE

Per sciogliere i dubbi bisognerà dunque aspettare ottobre (le riprese inizieranno a maggio). Con un interesse ravvivato dopo diverse annate deludenti, la settima stagione partirà probabilmente con un momento doloroso, anzichè una semplice “ripartenza”, come visto in precedenza: il viaggio verso Fort Benning (seconda stagione), la prigione (terza e quarta), la liberazione dal Terminus (quinta), la nuova Alexandria (sesta). 
Il cambiamento questa volta sarà strutturale, come spiega Scott Gimple: "Negan e i Savior sono una forza formidabile e non credo il nostro gruppo possa confrontarsi. Se andate a leggere i fumetti, ottenete una buona indicazione di come questi diversi mondi abbiano tutti a che fare con il gruppo di Negan e il loro piano”. Il gruppo di Rick sarà schiavo di Negan, a conferma che la minaccia principale per i protagonisti sono gli altri uomini, mentre i walkers sono un problema gestibile. Probabilmente vedremo i "mondi" presenti nel fumetto: gli uomini con le divise da football che aiutano Morgan e Carol ferita, potrebbero essere abitanti del "regno": nell'opera di Kirkman è una comunità che vive in una scuola protetta da lamiere metalliche, guidata da Ezekiel, ex guardiano di uno zoo accompagnato dalla tigre Shiva. Nel fumetto il "regno" ha un ruolo chiave per Alexandria e Hilltop, nonchè per l'intera vicenda. 

Ezekiel e Shiva incontrano Rick e compagni (fonte: http://walkingdead.wikia.com)




EDIT: Vista la puntata 7x01. Di nuovo, molto più coinvolgente rispetto a decine di episodi delle ultime stagioni. Niente spoiler (ma le mie ipotesi erano abbastanza fondate), magari ne parlerò in un post di aggiornamento sulle varie serie.
Massimo

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...