martedì 1 marzo 2016

11/22/63 e le altre serie

Torniamo a fare il punto sulle serie TV seguite dal vostro amichevole blogger di quartiere. Naturalmente si spoilera senza ritegno. 

"Jarvis, are you all right?" "Jarvelous!" (fonte: nerdist.com)

AGENT CARTER
La seconda stagione, valida quanto la prima, si avvia alla conclusione, all'insegna di un personaggio interessante ma un po' bizzarro (nell'ambito di una serie che getta le basi narrative per il Marvel Cinematic Universe e dunque mostra fenomeni inspiegabili e superpoteri...). Versione MCU del personaggio di Madame Masque, Whitney Frost è contemporaneamente attrice di successo e genio della fisica, e diventa un villain ossessionato dalla Materia Zero, che le conferisce grande potere. I siparietti fra Peggy Carter ed Edwin Jarvis si sono arricchiti di nuovi "elementi collaterali", quali la signora Jarvis (completamente diversa dal marito) e l'accumularsi di spasimanti della bella agente. Negli Stati Uniti a breve va in onda il season finale, Hollywood Ending.

Meet the Zero Matter (fonte: http://io9.gizmodo.com/)


11/22/63
Il professor Jake Amberson viene chiamato a utilizzare un misterioso portale che conduce alle 11.58 del  ottobre 1960per salvare JFK e cambiare la storia. Dopo un "viaggio" incentrato su quest'obiettivonel secondo episodio Jake salva dalla furia del padre la famiglia di Harry Dunning, che nel 2011 fa il bidello dellscuola dove insegna.
Per ora l'adattamento del libro è soddisfacente, la storia coinvolge e ci sono diversi rimandi ad altre opere di King. Ad esempio, di fronte ai poliziotti che lo fermano pensando che sia una minaccia per Kennedy, Jake si definisce "il suo fan numero uno"così come Annie si autoproclamava la fan numero uno di Paul Sheldon in "Misery non deve morire". A mio avviso, la fase migliore del librarriva a Jodie, cittadina nei pressi di Dallas, dove Jake si "integra nel passato", trovando un ruolo e l'amorequella probabilmente sarà la prova del 9 della serie TV. 
Tra le differenze emerse finora rispetto al romanzo: il presente è il 2016 (nel libro è il 2011, come l'anno di pubblicazione), il portale conduce al 21 ottobre 1960 anziché al 9 settembre 1958dunque a soli due anni dall'omicidio di Kennedy. Probabilmente il motivo è il minore respiro dato dalle 8 puntate rispetto alle quasi 800 paginema è già ipotizzata una seconda stagione, lasciando intendere che in quella appena iniziata non si arriverà all'epilogo. La vicenda della famiglia del bidello era ambientata nella Derry (cittadina "Kinghiana" per eccellenza), con diversi rimandi a It, mentre nella serie la vicenda si svolge Holdenanch'essa rappresentata in modo molto cupo, a presagire il male che vi si sta per scatenare.
Le "regole" dei viaggi sono invece identiche a quelle del romanzoogni nuovo passaggio "nella buca del coniglio" annulla i cambiamenti operati in quello precedente; a prescindere dalla durata deviaggio, nel 2011 passano solo due minuti; il passato si oppone ai cambiamenti, attuando eventi di disturbo, con forza proporzionale alla modifica che si sta per provocare. 
In attesa della terza puntata (Other Voices, Other Rooms).

Com'era prevedibile, l'incontro di Jake Amberson con Frank Dunning non è certo piacevole (fonte: collider.com)



THE FLASH
Nel finale della prima stagione era stato "cancellato" l'Antiflash (alias Eobard Thawne nel corpo di Harrison Wells)grazie al sacrificio di Eddie Thawne. Si era però creata un'anomalia che aveva messo a rischio la terra: per chiudere il wormhole è stato determinante il contributo di Firestormformato dal professor Martin Stein e da Ronnie Raymondma quest'ultimo è rimasto ucciso nell'intervento. 
Si sono inoltre create 52 brecce che collegano la Terra con Terra-2: un mondo parallelo dove abitano "versioni alternative" dei personaggi che conosciamo. Proprio questi collegamenti caratterizzano la seconda stagione: Zoom, il malvagio Hunter Zolomonmolto più veloce di Flash, invia da Terra-2 diversi metaumani malintenzionati. Barry, nella lotta contro il villain, può contare anche su Jay Garrick (il Flash di Terra 2, che ha perso i poteri) e l'Harrison Wells-2, cui Zoom ha rapito la figlia (per costringerlo a rubare la velocità di Flash). Ma come sempre il colpo di scena è in agguato.
Oltre a Jay Garrick (che nei fumetti era il Flash della Golden Age, e nella serie ne riprende il costume)in questa stagione compare anche Wally West, apparentemente senza poteri (nella versione cartacea è il nipote di Barry Allen, gli fa da spalla come Kid Flash e infine ne prende il posto): Joe scopre dopo vent'anni di aver avuto un altro figlio, rendendo ancora più complicate le relazioni all'interno della sua famiglia
Anche Cisco Ramon scopre di essere un metaumano. Prima di metà stagione, c'è stato un crossover con Arrow, dove BarryOliver e soci sconfiggono il villain Vandal Savage.
La serie è in pausa fino al 22 marzo. 

Seconda stagione, tre velocisti (fonte: moviepilot.com)



BETTER CALL SAUL 
Anche l'inizio della seconda stagione promette bene, anche se alla parte "biografica", dove vediamo come James McGill sia diventato il Saul Goodman che abbiamo visto in Breaking Bad, andrebbe affiancato molto più spesso uno dei pezzi forti del personaggio, la parlantina in aula di tribunale...  
In attesa di guardare la terza puntata, Amarillo, che potrebbe regalare nuovo "showtime".

 James Mc Gill gigioneggia (fonte: metroco.uk)



THE WALKING DEAD
La serie è ricominciata da due settimane, ma siccome la vedo con mia moglie, e gli insegnanti passano le serate a correggere compiti, preparare verifiche, etc. Sono rimasto alla 6x08. Ok, so che è successa una cosa importante, ma non ve la dico.



Prossimamente: 
  • riprende Gotham (2x19 - Mr. Freeze: presumibilmente conosceremo un nuovo villain del bat-universe)
  • l'8 marzo tornano gli amati Scudieri: la puntata 3x11 di Agents of SHIELD s'intitola Bouncing Back
  • il 18 marzo inizia la seconda stagione di Daredevil (2x01 - Bang), in cui dovrebbero comparire Elektra e il Punitore
  • il 24 aprile riparte Game of Thrones, sesta stagione (altra serie che vedo con la mia dolce metà)
  • Ancora qualche dubbio sulla data di inizio della seconda stagione di Gomorra, ma il periodo ipotizzato è marzo-aprile.

Poche certezze anche per l'esordio della serie dedicata a Luke Cage: ad aprile secondo Internet Movie Data Base, in autunno secondo altre fonti che si basano sulla programmazione "supereroistica" di Netflix. La serie teoricamente si dovrebbe intrecciare con Jessica Jones (serie in cui la protagonista faceva coppia proprio con "Power Man"), Ma l'attrice Krysten Ritter, vista nel ruolo di Jane Margolis durante la seconda stagione di Breaking Bad, non compare nel cast della nuova produzione. Probabilmente perché Luke Cage abbandonerà Hell's Kitchen. Il primo avversario dell'"eroe a pagamento" potrebbe essere Cornell Cottonmouth.


 Mike Colter interpreta Luke Cage nella nuova serie Netflix (fonte: comic-soon.com)


Due parole su Legends of Tomorrow, che al momento non riesco a mettere "in scaletta" ma potrebbe essere recuperato finita la "stagione delle serie" (fase in cui conto di recuperare Jessica Jones, la cui prima puntata non mi ha entusiasmato, e la quinta stagione di Homeland). Dalle serie dedicate al velocistrosso e all'arciere verde, è natda poco un ulteriore spin-off/crossover che vede come protagonisti diversi comprimari: Firestorm (il professor Martin Stein Jay Jackson), Atom, Sara Lance/White Canary, Kendra Saunders/Hawkgirl, Hawkman, la coppia di villain Mick Rory/Heat Wave e Leonard Snart/Captain Cold. Il team viene radunato da una new entry, Rip Hunter, che viaggia indietro nel tempo per fermare il tentativo di Vandal Savage di distruggere il futuro della terra. La squadra tornerà nel passato per fermare il villain prima che sia troppo tardi.

Legends
 Una panoramica su Legends of Tomorrow (fonte: widemovie.it)



Massimo

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...