lunedì 4 maggio 2015

Avengers: Age of Ultron - com'è andata (SPOILER!)

A 5 giorni di distanza, provo a scrivere qualche riga sulla "Visione" di Avengers: Age of Ultron. Complice un affetto per i fumetti Marvel e dei Vendicatori in particolare, su cui praticamente ho imparato a leggere, anche questo film ha scatenato in me un potente sense of wonder, nonostante le previsioni scritte alla vigilia. Per motivi analoghi, le scene dedicate alla Visione sono state molto coinvolgenti.
Di qui in poi sarà tutto uno SPOILER. Davvero. Spoiler come se aveste visto il film e come se non ci fosse un domani (che poi domani non sarà un giorno qualsiasi). Come sempre, cerco di usare il più possibile i nomi in italiano (Vendicatori, Vedova Nera, Occhio di Falco...).

La trama sostanzialmente era nota, per chi in questi mesi ha assorbito una quantità irragionevole di anteprime, spezzoni, indiscrezioni, trailer, spot. Questo ha voluto anche dire che, soprattutto nella prima parte, molte "sorprese" non sono state tali, vedi: (SPOILER) presenza dei gemelli nel castello di Strucker, gara del martello con ingresso in scena di Ultron, relazione tra Natasha "Vedova Nera" Romanoff e Bruce "Hulk" Banner, scontro tra l'Hulkbuster e il Golia Verde, comparsa della Visione. 

LA TRAMA
(SPOILER, OVVIAMENTE) Il film parte "a razzo" con il gruppo in azione in Sokovia - Stato immaginario dell'Europa dell'est - all'attacco di una postazione Hydra dove il barone Von Strucker utilizza lo scettro di Loki per eseguire esperimenti sugli esseri umani allo scopo di potenziarli. La maggior parte dei soggetti non sopravvive ai test, ma i gemelli Pietro e Wanda Maximoff hanno acquisito rispettivamente la supervelocità e la capacità di manipolare le menti altrui (nonché l'emissione di raggi energetici). Wanda "Scarlet" mette in difficoltà i Vendicatori causando loro visioni angoscianti - Thor vede gli asgardiani in fin di vita, Stark vede i Vendicatori morti, con Capitan America che lo accusa di non aver fatto abbastanza. Wanda lascia che Stark si impadronisca dello scettro di Loki. Il gruppo torna a New York.


Le ferite di Occhio di Falco vengono curate dalla dottoressa Helen Cho con una tecnica all'avanguardia per la rigenerazione dei tessuti. Stark e Banner scoprono che lo scettro contiene una sorta di intelligenza artificiale, e decidono di utilizzarla per completare il programma di difesa globale Ultron. Dall'esperimento scaturisce un'entità digitale che decide di eliminare l'umanità. Al termine di una festa organizzata all'Avengers Tower per celebrare la vittoria sull'Hydra, i Vendicatori cercando invano di sollevare il Mjolnir, il martello di Thor. Con un corpo ancora difettoso, entra in scena Ultron, che ha sottomesso Jarvis (assistente digitale di Stark): accusa i Vendicatori di essere indegni, li attacca, ruba lo scettro di Loki e scappa. Raggiunta la base di Sokovia, perfeziona la sua armatura, costruisce un esercito di droni e arruola i gemelli, che ritengono Stark responsabile della morte del padre (che nell'MCU non è Magneto). Il trio raggiunge in Africa il trafficante d'armi Ulysses Klau (Klaw), per impadronirsi del vibranio, necessario per rinforzare il corpo di Ultron e per trasfomare Sokovia in un meteorite da sollevare in cielo e scagliare sulla terra per causare un'estinzione globale. Irrompono gli Avengers, che tengono testa agli avversari, ma durante la battaglia Wanda manipola la mente di Hulk per portarlo alla furia incontrollata. Per impedirgli di distruggere la città, Iron Man è costretto a utilizzare un'enorme armatura "Hulkbuster" (con pezzi di ricambio lanciati da una navicella in stile "Jeeg"). Nome in codice dell'armatura e di una cella di contenimento per il gigante verde: Veronica. Alcune scene ricordano un po' troppo da vicino, a mio avviso, l'11 settembre e i crollo delle Torri. 
A causa della reazione dell'opinione pubblica alle immagini di distruzione della città, e dello shock legato alle visioni provocate da Wanda, il gruppo si rifugia nella fattoria della famiglia di Occhio di Falco, di cui il resto della squadra ignorava l'esistenza. Thor si allontana per confrontarsi con l'amico astrofisico Erik Selvig, sulle proprie visioni apocalittiche, Le divergenze di opinione fra Stark e Rogers si acuiscono, gettando le basi per la spaccatura che sarà alla base del prossimo film di Capitan America (Civil War, nelle sale il prossimo anno, probabilmente con la presenza dell'Uomo Ragno). Tra la Romanoff e Banner c'è del tenero, i due ipotizzano di andar via insieme una volta sconfitto Ultron. Arriva Nick Fury e incita la squadra a progettare un attacco a Ultron.
Il robot intanto è a Seul, dove obbliga la dottoressa Helen Cho a creare per lui un corpo perfetto, grazie al vibranio e alla gemma contenuta nello scettro di Loki, una delle 6 pietre dell'infinito. Mentre Ultron cerca di trasferirsi nel nuovo corpo, Wanda scopre che Ultron non vuole solo eliminare i Vendicatori, bensì tutta l'umanità. A questo punto sabota il suo tentativo di trasferirsi nel nuovo corpo e con il fratello passa dalla parte degli Avengers. Capitan America, Vedova Nera e Occhio di Falco riescono a impadronirsi del nuovo corpo, ma Ultron rapisce Natasha. 



Stark vuole trasferire Jarvis - non distrutto come si credeva, ma "nascosto" in Internet - nel corpo rubato a Ultron. Nasce una violenta discussione con Rogers e i gemelli, ma irrompe Thor che con un fulmine perfeziona la procedura e spiega che tutto ciò fa parte della "Visione" che ha avuto. Nella fronte dell'androide, che viene nominato appunto Visione, c'è la gemma della mente, una delle 6 pietre dell'infinito, gli artefatti più potenti dell'universo. Visione solleva senza difficoltà il Mjolnir!.


Il gruppo e i nuovi arrivati tornano in Sokovia per fermare il piano di Ultron. Banner trova e libera la Romanoff, che lo bacia e lo spinge giù da un burrone per farlo trasformare in Hulk. Mentre la città si solleva verso il cielo, i Vendicatori affrontano l'esercito di Ultron, cercando contemporaneamente di impedirgli di scagliare la città sulla terra. Arrivano Fury, Maria Hill e Rhodes con l'armatura da War Machine: insieme allo Shield aiutano i civili ad evacuare la città. Pietro muore nel tentativo di difendere Occhio di Falco e il bambino che stava salvando. Wanda, furiosa, attacca Ultron e danneggia pesantemente il suo corpo primario: per far ciò, smette di presidiare il congegno di vibranio, consentendo così a un drone di attivarlo, dando il via alla caduta della città. Iron Man e Thor lo sovraccaricano, in modo da disintegrare la città e impedire danni sulla terra. Visione mette in salvo Wanda e distrugge (fuori campo) quel che rimane di Ultron, dopo aver dialogato con lui sull'umanità. Banner, timoroso di mettere in pericolo la Romanoff, fugge su un Quinjet che verrò ritrovato nell'Oceano.
Rientrati in America, gli Avengers stabiliscono una nuova sede a nord di New York, in collaborazione con lo Shield e sotto la direzione di Nick Fury, Maria Hill, Helena Cho e Erik Selvig. Thor, sicuro che la pietra della mente sia al sicuro nella fronte della Visione, torna ad Asgard per scoprire i pericoli legati alle pietre e a chi, per impossessarsene, ha manipolato gli avvenimenti recenti. Stark prende una pausa dal gruppo, così come Occhio di Falco. Rogers e Romanoff si preparano quindi ad addestrare una squadra di nuovi Vendicatori, formata da Wanda, Visione, War Machine e Falcon.

SCENA MID-CREDIT
Dopo la sigla finale, e prima dei titoli di coda, compare Thanos: prende il guanto dell'infinito, privo di gemme, e dice "me ne occuperò da solo". Kevin Feige ha precisato che il guanto non è lo stesso comparso nella cripta di Odino in "Thor".

IPOTESI
(SPOILER) Pietro tornerà? Teoricamente la cura che ha riportato in vita Coulson veniva testata per l'eventualità della morte di un vendicatore. Considerando che le morti nei fumetti sono spesso temporanee, la fine di Pietro potrebbe essere stato unicamente funzionale alla trama. Whedon, regista dei primi due Avengers, di recente ha però sconfessato la serie "Agents of Shield", dato che lo stesso Shield è stato smantellato nei film dell'MCU, e in particolare ha polemizzato con il ritorno di Coulson, la cui presenza non avrebbe senso nei film degli Avengers, nati sull'onda emotiva della sua morte, sfruttata da Fury. Va anche detto che i prossimi due capitoli dei Vendicatori, Infinity War 1 e 2, non saranno diretti da Whedon, bensì probabilmente dai fratelli Russo, già apprezzati l'anno scorso per il seguito di Capitan America (Winter Soldier).

I PERSONAGGI

CAPITAN AMERICA 
Tiene banco, naturalmente, ma un po' meno rispetto a "The Avengers", visto che il seguito è un film corale con una decina di vendicatori in azione. Alcune mosse in coppia, come l'onda d'urto creata dallo scontro fra il suo scudo e martello di Thor, sono fantastiche. Il Capitano lavora su quello che dovrebbe essere lo spirito dei Vendicatori, gruppo ancora molto "acerbo" nel MCU.


 Prime prove di Civil War... - Fonte: i.perezhilton.com


IRON-MAN 
Stark è il motore della trama, con la creazione di Ultron e quella della Visione. Con l'Hulkbuster tiene testa al Golia Verde. Come detto, le sue divergenze con Steve Rogers in merito al gruppo, alla trasparenza e a quel che è giusto fare, gettano le basi per quella che sarà la Civil War del terzo film dedicato al Capitano. 



A Stark capita spesso di essere preso per il collo... Fonte: tiffanyyong.com




THOR
Un po' sacrificato nelle scene di azione, rispetto al primo capitolo risulta un po' più umano e portato alle gag: si "bulla" con gli altri Vendicatori non degni di alzare il Mjolnir, per poi scoprire che è la "sua" visione ad essere degna. Prende per il collo Stark, ma non è certo il primo...
 




Hulk spacca - Fonte: nationalpostcom.files.wordpress.com

HULK
Hulk spacca, come sempre, anche se il dottor Banner fa il possibile per tenerlo a bada, aiutato - quando non c'è più bisogno del Gigante Verde - dalla "ninna nanna" della Vedova Nera. Il meglio è rappresentato probabilmente dallo scontro con l'Hulkbuster di Iron Man.


Hulk accoglie l'Hulkbuster - Fonte: http://giphy.com


OCCHIO DI FALCO E VEDOVA NERA
Buona parte delle scene "non di azione" sono dedicate ai due agenti dello SHIELD, vendicatori "non potenziati": assistiamo alla relazione che nasce tra Natasha e Bruce Banner, veniamo a conoscere elementi importanti del passato della donna, scopriamo - insieme al gruppo - l'esistenza della famiglia di Barton. 
Nelle scene di azione, lei viene resa un po' meno "spia" da qualche apparecchiatura un po' vistosa. D'altra parte una degli aspetti che saltavano all'occhio nel primo film era la presenza di due tizi armati di pistolette e frecce in mezzo a superuomini, dei, giganti impegnati contro orde di alieni. Lo stesso Occhio di Falco spiega a Wanda: "Stiamo per combattere contro un esercito di robot… e io sono armato con arco e frecce".


 "Stiamo per combattere contro un esercito di robot… e io sono armato con arco e frecce".


I GEMELLI MAXIMOFF
(SPOILER, ricordo) Esigenze legate ai diritti e la necessità di condensare tanti elementi in 220 minuti, rendono difficile portare su schermo i due gemelli. Pietro perde infatti il confronto con la versione "Fox" vista nell'ultimo X-men (Giorni di un futuro passato): la rappresentazione della super-velocità non offre grandi scene. Il personaggio nel giro di poche scene passa da antagonista a membro del gruppo, a vittima sacrificale. Ma quest'ultima fase porta la sorella a sfruttare meglio il proprio potenziale.
Wanda non ha i poteri devastanti della versione cartacea (sostanzialmente il controllo della realtà tramite alterazione delle probabilità), ma con la manipolazione della mente può sostanzialmente tenere testa a tutti i Vendicatori. Sconvolta dalla perdita del fratello, scatena raggi abbastanza forti da distruggere tutti i droni di Ultron presenti, e strappa il "cuore" al villain.

 Wanda con il suo "mentore" Occhio di Falco - fonte: tumblr.com

ULTRON
Come detto da altri, più autorevoli di me, non è la minaccia terribile che vediamo nei fumetti, per esempio la saga da cui il film ha tratto il titolo. Ma d'altra parte, AOU è una singola pellicola: in due ore e 20 il robot nasce e viene battuto.

 Fonte: tumblr.com

VISIONE
Cioè, la Visione. Per chi segue queste pagine (o vede il mio avatar sui vari gmail/gtalk/g+), sarà ormai chiaro che è un personaggio che mi piace particolarmente. Beh, ne è stato fatto un ottimo adattamento cinematografico, vedremo poi come sarà sviluppato nei prossimi film, visto che in Age of Ultron compare verso la fine della pellicola. Principali differenze rispetto alla versione "cartacea": Ultron costruisce solo il corpo (in vibranio), con lo scopo di trasferci se stesso (e non per avere un'arma potente contro i Vendicatori). Ma è Stark, una volta sottratto quel corpo a Ultron, a dargli la mente, trasferendovi JARVIS, fino a quel momento ritenuto distrutto. La gemma nella fronte di Visione è la pietra della mente che era contenuta nello scettro di Loki. I poteri sono simili a quelli "classici", ad eccezione del controllo sulla densità corporea, che non viene mostrata: emissione di raggi, volo, forza sovrumana, accesso e controllo dei computer. Come anticipato nella trama del film, una cosa, grossa come una casa, non c'era nei fumetti: Visione alza senza sforzi il martello di Thor!









Massimo

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...