lunedì 29 settembre 2014

Agents of SHIELD - Nuova stagione

È ricominciato questa settimana Agents of Shield, con alcune discrete novità e qualche soldo in più per gli effetti speciali. La puntata 2x01, Shadows, è stata a mio giudizio di buon livello (tenendo conto che a me piaceva già la prima metà della controversa stagione uno). Per chi non ha visto l'episodio e ha intenzione di farlo, sconsiglio di proseguire con la lettura del post, che conterrà diversi spoiler. 

RIEPILOGO - Nelle puntate finali della scorsa stagione (intrecciate con "Capitan America: Soldato d'Inverno"), l'HYDRA, dopo essersi infiltrata fin nel cuore dello SHIELD, era uscita allo scoperto per smantellare definitivamente l'agenzia. Nick Fury aveva nominato Coulson direttore, affidandogli il difficile l'incarico di farla rinascere, nonostante le insidie dell'HYDRA e la necessità di operare di nascosto dal Governo e con minori risorse.

FLASH-BACK - Austria, 1945: un gruppo di soldati dell'HYDRA sta portando via il materiale da una base. Il loro capo, "Herr Whitehall", dopo aver parlato della morte del Teschio Rossoraccomanda cautela nel trasporto dell'"Obelisco", un oggetto metallico in grado di pietrificare le persone e che potrebbe essere la "risposta alla morte". Irrompono gli Howling Commandos: senza incontrare resistenza, prendono il controllo della base e s'impossessano delle armi, che vengono inserite in casse e contrassegnate. L'obelisco viene indicato come "SSR 084" (la Strategic Scientific Reserve era l'agenzia da cui nacque lo SHIELD, 0-8-4 è il codice utilizzato per gli oggetti di origine sconosciuta). Dum Dum Dugan inizia ad aprire una cassa lunga un paio di metri, ma Peggy Carter lo ferma. Facciamo però in tempo a intravedere una sagoma blu con segni caratteristici: sembra proprio l'uomo blu!
Carter parla della necessità di un agenzia come l'SSR che operi in tempo di pace, per custodire queste tecnologie pericolose, vigilando sulle persone come Howard Stark che ci vogliono giocare.
Un bel modo per introdurre la serie sull'agente Carter, che sarà trasmessa a dicembre, a metà fra la prima e la seconda parte della stagione, e contemporaneamente riaccendere l'interesse per la questione "Uomo blu".

 



L'uomo blu
Sembra proprio l'uomo blu...

SOTTO COPERTURA - Ai giorni nostri (qualche mese dopo il finale della prima stagione), in Virginia, Skye, May e Triplett osservano la missione sotto copertura di tre mercenari appena reclutati dallo SHIELD: Isabelle Hartley (interpretata da Lucy Lawless, "Xena" e "Battlestar Galactica"), Lance Hunter (Nick Blood) e Idaho (Wilmer Calderon), che stanno contrattando con l'ex agente Roger Browning l'acquisto di informazioni su una cassa contenente l'obelisco: dei tanti oggetti che il Governo ha sottratto allo SHIELD, questo 0-8-4 è l'unico ad essere classificato come livello di segretezza 10. Irrompe un uomo fortissimo e in grado di resistere ai proiettili, che uccide l'ex agente e scappa con la documentazione sull'obelisco.

IL NUOVO SHIELD - Coulson arriva al PlayGround, base del nuovo SHIELD, e convoca May, la quale si lamenta della lunga del direttore che le ha impedito di controllarne l'operato. Il "Figlio di Coul" spiega di essere impegnato nel reclutamento, difficile per la scarsa quantità di potenziali agenti leali. Li deve incontrare di persona, in giro per il mondo, e finché non sarà riparato il meccanismo di occultamento del Bus, dovrà girare in classe economica. Il direttore aggiunge di aver trovato alleati a Londra, e chiede a May un giudizio sui tre nuovi agenti: si tratta di bravi mercenari. Coulson aggiunge che quello cercato dai nuovi agenti non è uno 0-8-4 qualsiasi, è il primo ed è molto pericoloso, ha lasciato una scia di morti dietro di sé e non può finire in mano all'HYDRA. Talbot sta conducendo una campagna contro lo SHIELD, sostenendo che l'HYDRA e l'agenzia siano state quasi eliminate.
I tre mercenari fanno riferimento a una loro missione a Budapest. Potrebbe essere la stessa in cui furono coinvolti Occhio di Falco e Vedova Nera: in "The Avengers" durante la battaglia contro i Chitauri, la Romanoff dice che la situazione le ricorda Budapest, ma Barton replica che hanno ricordi diversi su quella città.


FITZ - Altro problema da affrontare è la situazione di Fitz, che si è svegliato dal coma, è cosciente, ma ha disturbi di memoria, legati al linguaggio. Riesce comunque a studiare con Simmons l'analisi di un campione di metallo prelevato dal corpo dell'uomo comparso a inizio puntata: il materiale sembra sanguinare e trasformarsi in carne. L'analisi del DNA consente di scoprire che si tratta di Carl Creel: mentre i tre mercenari descrivono al direttore l'incontro con lui, May spiega che si tratta di un umano "dotato" ("gifted") che lo SHIELD voleva eliminare ("era nell'Indice"), ma che Garrett, dopo aver falsificato i documenti, aveva consegnato all'HYDRA.

WARD E L'UOMO ASSORBENTE - Skye sta studiando le strane scritte "aliene" tracciate nella stagione precedente da Coulson e Garret. Su indicazione del direttore, scende alla "Cripta D" per parlare con Ward, imprigionato, per avere informazioni su Creel. In una scena che può ricordare i dialoghi fra Clarice Starling e Hannibal Lecter, Skye - scontenta sia dell'incarico sia di poter vedere Coulson solo per queste incombenze - scopre che Creel è un ex pugile, "Crusher", in grado di assumere le caratteristiche di ciò che tocca. Il processo gli procura un piacere inferiore solo all'uccidere qualcuno (e Creel ha una sorta di archivio per i materiali da provare. Skye non si fa impietosire dai racconti sui tentativi di suicidio di Ward e chiede informazioni utili: il prigioniero spiega come intercettare le comunicazioni dell'HYDRA che sfruttano il rumore bianco delle frequenze dello SHIELD. Ward avrebbe voluto parlare a Skye di suo padre, ma viene interrotto prima di averne la possibilità. La sua rivelazione consente a Koenig di scoprire che il villain sta per attaccare il generale Talbot, e che la rete dell'HYDRA è attiva e capillare in tutto il mondo. L'Uomo Assorbente riceve come ricompensa per la missione riuscita alcuni esemplari di musgravite, una pietra rarissima, molto dura e preziosa. Dopo averla toccata, il braccio dell'uomo si trasforma nello stesso materiale


L'uomo assorbente - Carl "Crusher" Kreel

L'Uomo Assorbente - Carl "Crusher" Creel (versione cartacea) 
Fonte: static.comicvine.com


TALBOT - L'Uomo Assorbente assale il generale Talbot, avvisato inutilmente da Coulson. May e Skye intervengono per difendere il militare, ma Creel prende da una recinzione una catena e una palla: un omaggio alla versione cartacea del personaggio, tipicamente armata di palla con catena. Skye ferma Kreel con un raggio elettrico, e May con l'inganno fa salire Talbot su un'auto dell'agenzia. Il generale viene portato allo SHIELD, dove Coulson gli spiega che sono entrambi dalla parte dei buoni, e che Creel si è fatto catturare apposta per essere portato nella sua base, dove viene custodito l'obelisco, ma Talbot si rifiuta di collaborare. Il vero scopo degli agenti dello SHIELD è registrare impronte digitali e vocali del generale, grazie alle quali possono introdursi nella sua base.

L'obelisco - 0-8-4

L'obelisco è uno 0-8-4 da maneggiare con cautela... 
Fonte: hypable.com 


CACCIA ALL'OBELISCO - Gli agenti entrano nel magazzino della base, dov'è nascosto Creel, riuscito facilmente ad evadere. Mentre Skye e May cercano altro, la Hartley trova l'obelisco, ma Creel la attacca. Per difendersi la donna prende lo 0-8-4, ma il contatto fa diventare nera la mano e le provoca forti dolori.


Ecco, io eviterei...


Suona l'allarme e arrivano i soldati di Talbot. May chiede ordini a Coulson, il quale non vuole che si interrompa la missione, che prevede il recupero di un Quinjet. A poca distanza dal magazzino, Triplett e Skye prendono possesso del veivolo, May li segue in moto, mentre i tre mercenari cercano di raggiungere un ospedale con un'automobile. Per evitare di morire la Hartley si fa tagliare il braccio, spiegando che la robotica moderna fa miracoli, ma poco dopo Creel si piazza davanti a loro, si trasforma in asfalto e fa decollare il veicolo. Apparentemente Hartley e Idaho muoiono sul colpo, Creel trasforma la sua mano in gomma per recuperare l'obelisco - ancora attaccato al braccio della donna - e se ne va, incurante di Hunter.

Il contatto di Creel comunica il successo della missione al "dottor Whitehall", l'ufficiale protagonista del flashback, non invecchiato di un giorno. L'obelisco finisce dunque nelle mani di Daniel “Kraken” Whitehall (interpretato da Reed Diamond). Nella versione a fumetti, Kraken è dotato di un elmo da cui scaturisce un'armatura e che è in grado di alterare la personalità.


Daniel “Kraken” Whitehall

Daniel “Kraken” Whitehall (versione cartacea) 
Fonte: marvel.wikia.com



QUALCHE CONSIDERAZIONE



Coulson si sta calando nella parte di Fury: è strano vedere un personaggio sostanzialmente buono ed empatico prendere decisioni ciniche o avere atteggiamenti molto duri. Skye sta entrando nel ruolo di membro effettivo, affiancando un ruolo attivo nelle fasi di azione agli interventi di hacking e analisi, e trattando con molta durezza Ward, che sembra manifestare pentimento (e in ogni caso rivela informazioni vere).

Non credo invece che il personaggio di Fitz possa reggere in questo stato molto a lungo: o guarisce, o diventa altro, o lo faranno sparire. Simmons tornerà o sarà ancora un'allucinazione dell'amico?

Per motivi analoghi a quelli di Fitz, difficilmente l'ex Xena poteva restare senza una mano... La Hartley potrebbe tornare con un classico SaiCheC'E'NonEraMortaDavvero, e a quel punto avrebbe sviluppi interessanti (visti l'accenno ai miracoli della robotica e i segni spuntati sul braccio, simili a quelli disegnati da Coulson e Garret e a quelli sulla pelle dell'uomo blu). La scena del taglio risulta un po' gratuita se dopo pochi minuti il personaggio doveva soccombere per poi non tornare più. In generale i tre mercenari sono durati meno di una puntata e sono serviti soprattutto da parafulmine per gli agenti "storici".

Rispetto alla prima stagione, forse vedremo più personaggi con superpoteri, con relativi effetti speciali. Dando per scontato che i big, buoni e cattivi, non potranno essere protagonisti, l'Uomo Assorbente è un villain di buon livello. La versione cartacea è stata in grado di tenere testa a Hulk e Thor, ed era meno intelligente e spietata di questa. 



Nel flash-back la presenza dell'uomo blu sembra confermare l'origine aliena (Kree?) dell'obelisco, che potrebbe essere una delle sei pietre dell'infinito (la versione MCU delle gemme dell'infinito dei fumetti Marvel): finora abbiamo visto il Tesseract in "The Avengers" (la pietra dello spazio?), l'etere in "Thor 2 - The Dark World" (realtà?), con effetti simili su Jane Foster), e 
[ATTENZIONE: SPOILER SU FILM INEDITI IN ITALIA!]
l'orb ne "I Guardiani della Galassia" (potere?), anche qui con diverse analogie, in particolare l'effetto provocato dal contatto.
Quella contesa da SHIELD e Hydra potrebbe essere la pietra del tempo?



Massimo

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...