mercoledì 26 settembre 2012

Isole pedonali: altre proposte?

Torna il dibattito sull'istituzione delle nuove isole pedonali, una per Circoscrizione. Il sindaco Fassino, il cui programma comprendeva anche questo tema, giudica un po' "timide" le proposte fatte finora delle Circoscrizioni. 



Al momento per la Circoscrizione 2 si parla di via Barletta: pare che il tratto interessato sia quello a ovest di piazza Santa Rita. Sono favorevole alla mobilità sostenibile e al riappropriarsi del territorio da parte dei pedoni, ma chiudere al traffico una via importante, dove oltretutto è prevista la sosta a lisca di pesce, incrementerebbe ulteriormente lo storico problema dei parcheggi della zona. E chi abita dalle parti di via Barletta o la frequenta conosce bene il disagio che ne deriva. Sembra comunque che il progetto preveda la costruzione di parcheggi pertinenziali sotterranei lungo tutti gli isolati interessati: una soluzione che a opera finita potrebbe migliorare la situazione, ma comporterebbe gravi disagi per tutta la durata del cantiere.





Le ipotesi per le altre zone della città al momento sono queste:

1: corso De Gasperi (Crocetta). La Circoscrizione chiede di rinviare la questione
3: via Di Nanni: il presidente propone l'ampliamento nel tratto nel quartiere Cenisia (è già esistente nel quartiere San Paolo, dove c'è il mercato)
4: Via Rocciamelone (Campidoglio) - via Jacopo Durandi tra via Carlo Vidua e via San Donato (San Donato) - via Actis-via Buffa di Perrero (Parella)
5: via Chiesa della Salute (Borgo Vittoria)
6: interno tra corso Giulio Cesare e via Montanaro (Barriera di Milano) - Borgata Villaretto
8: viale centrale di corso Marconi (San Salvario)
9: via e piazza Guala (Lingotto)


Naturalmente sono gradite altre proposte, in particolare per il nostro territorio, che grazie alla zona 30 può essere considerato un "alfiere" della mobilità a misura di pedone. Provvederò a fare arrivare le proposte alla Giunta e al Consiglio della 2 (o della Circoscrizione interessata).

Massimo

3 commenti:

Elisa ha detto...

Una zona pedonale in via Barletta sarebbe davvero un sogno! E' vero, creerebbe notevoli disagi ai parcheggi, ma finalmente metterebbe una fine al parcheggio selvaggio in doppia fila, o in mezzo alla strada.
Avendo vissuto la trasformazione di via di Nanni in via pedonale, posso dire che i lavori sono valsi la pena: adesso la strada è molto più vivibile e piacevole! E, strano ma vero, i lavori non sono durati un'eternità. Se il cantiere procede in tempi ragionevoli, il risultato è auspicabile!

Elisa ha detto...

Una zona pedonale in via Barletta sarebbe davvero un sogno! E' vero, creerebbe notevoli disagi ai parcheggi, ma finalmente metterebbe una fine al parcheggio selvaggio in doppia fila, o in mezzo alla strada.
Avendo vissuto la trasformazione di via di Nanni in via pedonale, posso dire che i lavori sono valsi la pena: adesso la strada è molto più vivibile e piacevole! E, strano ma vero, i lavori non sono durati un'eternità. Se il cantiere procede in tempi ragionevoli, il risultato è auspicabile!

Massimo Sola ha detto...

Grazie Elisa!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...