giovedì 27 gennaio 2011

27 gennaio - Giorno della memoria

Il 27 gennaio è il Giorno della memoria, istituito nel 2000 dal Parlamento italiano per commemorare le vittime del nazionalsocialismo e del fascismo, dell'Olocausto e in onore di coloro che a rischio della propria vita hanno protetto i perseguitati.
Le iniziative della Circoscrizione 2 dedicate al Giorno della Memoria sono iniziate ieri alle 21 con lo spettacolo "Foglie della rosa bianca" (Sala Mario Operti - Corso Siracusa 213), e prima ancora con il Treno della Memoria. Continuano oggi presso l'Ecomuseo Urbano (via Rubino 45) con il "Percorso di testimonianze". Infine giovedì 3 "Il ritorno della memoria", testimonianze e racconti dei giovani partecipanti al Treno della Memoria e intervento di Rosa Corbelletto sulle persecuzioni dei Rom e dei Sinti nell'Italia fascista.

Ma spendo alcune righe anche per "Ausmerzen - Vite indegne di essere vissute" lo spettacolo di Marco Paolini, andato in onda qualche ora fa, su un aspetto meno noto dell'orrore nazista, l'eugenetica sui civili utilizzata per risparmiare soldi e "formare il personale" per l'olocausto. Televisione di qualità. Un pugno nello stomaco. Da far vedere a scuola, nonchè agli intolleranti e a quelli che minimizzano e mettono tutto sullo stesso piano.



"Marco Paolini e LA7, portano ancora una volta il teatro civile in televisione con una serata dedicata alla terribile vicenda legata alle teorie dell'eugenetica che fra il '34 e il '45 ha portato il nazismo alla sterilizzazione prima e all'eliminazione poi dei disabili e dei malati di mente, con la sperimentazione di tecniche di eliminazione di massa poi applicate anche nella "soluzione finale" contro gli ebrei e gli altri "impuri". Il 26 gennaio 2011 alle 21.10, alla vigilia del Giorno della Memoria, l'artista veneto racconterà dall'ex ospedale psichiatrico "Paolo Pini" di Milano "AUSMERZEN - Vite indegne di essere vissute", una narrazione pensata per approfondire il valore del ricordo, il dolore dell'esperienza, il senso della responsabilità storica e individuale, il concetto di diversità e di accoglienza, l'importanza del messaggio legato al lavoro che Paolini e LA7 porteranno nelle case di milioni di italiani nella serata che precede il Giorno della Memoria".

Massimo

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...