mercoledì 13 gennaio 2010

Energia catturata dal wi-fi?

Inizio l'anno evitando buoni propositi alla Bridget Jones, e riferimenti alla povera Juve (per quelli rimando al più frivolo facebook).
Partiamo con quella che sembra una curiosità, ma che potrebbe diventare una piccola rivoluzione tecnologica. Ho letto, grazie all'amico nonché ex compagno di liceo Massimo Cavazzini, di un caricabatterie che catture l'energia del Wi-Fi. Da valutare se può funzionare, se lo può fare anche in Paesi poco coperti da reti Wi-Fi, quale impatto può avere sulla salute (ci faranno bene tutte queste reti e questi apparecchi wi-fi/wireless?). L'ambiente mi sembra rispettato, mentre non mi è chiaro come questa energia venga sottratta: incide sulla bolletta del proprietario della rete Wi-Fi? L'apparecchio da qualche parte prenderà ben l'energia... Non ho le competenze tecniche per valutare tutti questi aspetti, nè per evitare di rimanere affascinato da qualcosa che sembra quasi magico.
L'informazione è riportata qui: http://www.ohgizmo.com/2010/01/09/ces2010-rca-airnergy-charger-harvests-electricity-from-wifi/



Ho sistemato velocemente la traduzione (per una volta discreta, devo dire) offerta dal traduttore google. "Questa piccola scatola ha, al suo interno, un circuito che raccoglie l'energia WiFi nell'aria e lo converte in energia elettrica. Non è la prima volta che ciò viene fatto, ma l'Airnergy è in grado di raccogliere energia elettrica con un'efficienza sufficiente a renderlo utile: al Consumer Electronics Show sono stati in grado di ricaricare un BlackBerry dal 30% al totale in circa 90 minuti, usando nient'altro che segnali WiFi presenti nell'ambiente come fonte di alimentazione. L'Airnergy ha una batteria al suo interno, così puoi semplicemente portarlo in giro e finché sei in "zone WiFi", si carica da sè. A differenza di un caricabatterie ad energia solare, lavora anche di notte e si può tenere in tasca. Naturalmente, la vicinanza alla fonte WiFi e il loro numero è importante, ma alla velocità con cui ricarica, con una rete wireless casalinga probabilmente nell'arco della notte l'apparecchio si ricaricherebbe quasi completamente. Qui arriva la parte davvero incredibile: RCA dice che il caricabatterie USB sarà disponibile quest'estate per 40 dollari, e una batteria con la tecnologia di raccolta Wi-Fi sarà disponibile subito dopo. Voglio dire, molti stanno spingendo sulla ricarica wireless, ma questo apparecchio vincerebbe a mani basse... Non ha bisogno di un pad e ricarica tutto il tempo, gratuitamente, praticamente in qualsiasi ambiente urbano".

Massimo

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...