lunedì 17 dicembre 2007

Arriva Knol, la risposta di Google a Wikipedia

Google, la faccia buona del capitalismo (pare che sia il posto piu' bello del mondo dove lavorare), da motore di ricerca che ha conquistato la leadership mondiale è diventato presto un "vulcano" di servizi telematici offerti prima, o meglio, o gratis (ad esempio la prima casella gratuita da 1 giga, con efficiente sistema di archiviazione mail e antispam).
Ora cerca di seguire l'onda di wikipedia, l'enciclopedia libera scritta da chiunque lo desideri (e sottoposta a "controllo redazionale" per eliminare, se possibile, gli errori), lanciando "Knol" (dall'inglese knoledge, conoscenza): un servizio aperto ai contributi liberi, che saranno però firmati.

Gli autori degli interventi di Knol saranno dunque citati, con nome e cognome, e potranno avere banner pubblicitari, con relativi incassi. «L’obiettivo – ha dichiarato Udi Manber, ingegnere di Google – è quello di coprire tutti gli argomenti dello scibile umano, dalla scienza all’intrattenimento. Gli articoli saranno firmati dagli autori, che saranno responsabili dei contenuti, e ogni testo sarà corredato di commenti, note, riferimenti e foto degli altri utenti. Ci sono milioni di persone che hanno conoscenze utili – ha aggiunto - e che hanno voglia di condividerle. L’idea-chiave è di mettere in luce gli autori, perché conoscere il nome di chi ha scritto un determinato pezzo aiuterà anche gli altri che ne usufruiscono. Su molti argomenti, ci saranno diversi 'Knol' in concorrenza tra loro".

Jimmy Wales, fondatore di Wikipedia, ha espresso le sue perplessità su Knol: "Mi chiedo se sia in grado di generare contenuti di qualità e poi mi pare che gli articoli manchino di equilibrio, non hanno il tono neutrale di quelli di Wikipedia e, soprattutto, anziché ispirare la collaborazione fra gli utenti, puntano alla competizione».
"Knol" è ancora nella fase degli inviti (come fu all'inizio per la casella gmail), sarà aperto a tutti tra qualche mese, e allora si potrà valutare meglio la qualità dell'operazione.


Massimo

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...