martedì 18 settembre 2007

Al V-day, ci sei o non ci sei...



Mentre Grillo lancia le liste civiche per le amministrative (garantendo una "certificazione di trasparenza" a quelle che rispetteranno alcuni criteri ancora da precisare, i candidati comunque dovranno essere incensurati e non iscritti ai partiti), riporto il notiziario di Rete 7, che documenta la presenza del vostro affezionato blogger di quartiere (ammetto una vaga somiglianza con Iaquinta...).






Riporto anche un mio intervento nel meet-up di Torino, in cui preciso - tra l'altro - che non tutti i "politici" locali hanno disertato.

Ciao a tutti. Sabato c'ero, ed è stato emozionante vedere il fiume di gente ordinatamente e serenamente in coda per poter firmare, per cambiare le cose. Bravi per l'attività che svolgete, la passione, per avere reso realtà l'idea di Beppe Grillo, che a sua volta dà corpo alla nostra voglia di una società pulita e umana.
C'ero ed ero felice perchè condivido il disgusto per il sistema politico italiano, la "casta", la politica come privilegio e accumulo di potere anzichè come servizio.
Sarebbe però piu' corretto, da parte vostra, anzichè lanciare il vaffa a tutti i politici torinesi "per la loro totale assenza", precisare che qualche "politico torinese" c'era. E ha dato una mano. C'era sicuramente almeno un consigliere comunale, l'ho visto con i miei occhi mentre autenticava le firme. Magari ce ne erano altri che non ho visto o riconosciuto. Gli altri sono stati contattati?
Magari con "politici di Torino" non ci si riferisce ai consiglieri di Circoscrizione (e tutto sommato per me potrebbe anche essere un sollievo). Ma c'erano almeno due consiglieri della Circoscrizione 2 (delle altre non saprei dire). Uno ero io, e l'altro l'ho incontrato. Sentito l'annuncio dal palco "servono persone autorizzate ad autenticare le firme. Possono farlo [...] i consiglieri di Circoscrizione", sono andato dietro il banchetto per dare una mano, e molto faticosamente ho scoperto che potevano autenticare "solo i consiglieri di QUESTA Circoscrizione" (vale a dire la 1).

Credo che sia importante tenersi al di qua del confine che separa la sana indignazione e la voglia di attivarsi per cambiare, dal qualunquismo di cui veniamo faziosamente accusati (in qualche modo media e sistema politico dovevano snobbare o infamare il v-day, persino strumentalizzando ancora la buonanima di Marco Biagi, già "scudo" della Legge 30).

Ciao a tutti, e complimenti ancora.

PS: tante persone non sono riuscite a firmare: c'è ancora qualche possibilità? Secondo me sarebbe importante arrivare a numeri a 6 zeri...

Massimo

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...