martedì 18 aprile 2006

Trash

Pensate a cosa succederebbe se un ente pubblico italiano spendesse soldi per dare o rimborsare il viagra ai dipendenti... Si griderebbe allo scandalo, lo spreco del denaro pubblico per le spese insulse, i dipendenti pubblici parassiti... e via al nuovo filone scatologico di barzellette e vignette.


Invece, succede in tutt'altro contesto. Repubblica ci rende partecipi dei gravi problemi finanziari dei giganti dell'economia..."La crisi della General Motors? Sul rosso pesa anche il Viagra - Tra i costi per l'assistenza sanitaria sostenuti dal colosso di Detroit figurano 17 milioni di dollari spesi all'anno per acquistare farmaci per la virilità".
Notizia abbastanza trash.

Rimanendo in tema (di trash): vi ricordate quei telefilm giapponesi in cui a difenderci dai dinosauri/alieni erano giovani nipponici esperti di arti marziali e/o di trasformazioni biomeccaniche? Li trasmettevano le tv locali negli anni '80. Nel filone "senza disegni" ricordo in particolare Megaloman:
Takashi (immancabile: che fantasia...) si trasforma in un gigante capellone e per lanciare l'attacco decisivo contro il dinosauro di turno solleva il codino dalla zazzera bianca e grida "Fiamma di Megalopoli"

Nel filone "mix filmati+disegni" torna alla mente Aizenborg (o Izenborg come titolava qualche Tv nostrana). Perchè due fratelli dovevano unire le parti ciborg "solo" per far diventare l'astronave piu' potente? Boh.

Poi ci fu l'evoluzione: SuperAizenborg, un ciborgone tipo Megaloman, formato dall'unione di Ai e Zen... molto meglio :-)

Detto con affetto, tecnicamente erano davvero trash: il ridicolo caratterizzava le storie, effetti speciali, costumi, i personaggi...Tuttavia li ricordo con nostalgia, sia perchè mi riportano a quand'ero piccolo, sia perchè, rivisti o ripensati adesso, hanno un fascino notevole. Le sigle delle edizioni italiane, tra l'altro, raccontano efficacemente le tendenze musicali di quegli anni... Lasciamo stare i testi, piuttosto imbarazzanti sia nel primo caso, sia nel secondo...

Triste, ma apparentemente meno strampalata, la sigla originale di Aizenborg


I cartoni animati, giapponesi in particolare, da sempre (?) suscitano grandi (?) interrogativi. Qui ne trovate una discreta raccolta. Alcuni sono un po' ingenui, altri molto specifici, ma se amate il genere dare uno sguardo può essere piacevole. Ricchi premi e cotillons a chi dà la risposta piu' simpatica.

Da domani, fine delle ferie (per un po'). E quindi meno tempo per approfondimenti insensati come quelli di oggi. C'est la vie :-)

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...