giovedì 30 luglio 2009

Ancora polemiche in Circoscrizione

Per quanti fossero interessati alle 3 mozioni legate ai candidati segretari del PD, vi riporto i link per leggere i documenti:
Non ho ancora letto le mozioni (ho dato un'occhiata veloce a una sola), e non ho ancora deciso, anche se molto probabilmente non appoggerò Marino. Ancora un aggiornamento sul quartiere: segnalo l'interessante resoconto di Muzza sulle recenti dinamiche del Consiglio e della Giunta. Provo a sintetizzarlo un po', ma vi invito a leggere tutto il contributo sul sito di Marco, tanto per capire come vanno le cose e quali magagne tolgono tempo prezioso a chi vorrebbe amministrare il quartiere nel miglior modo possibile.

- a metà giugno viene portato in giunta il progetto cultura (V Commissione), su richiesta di alcuni coordinatori si decide di approfondirlo per valutare in giunta i contenuti di alcune attività
- nel consiglio del 30/6 il coordinatore alla V commissione sospende le commissioni fissate su sul progetto cultura, senza preavvisare la giunta
- i referenti locali di IDV chiedono al presidente di sospendere tutte le azioni di verifica del progetto cultura e ipotizzano l'assenza del coordinatore alla V alle successive giunte.
- nella riunione successiva la giunta, messa al corrente delle "richieste di IDV", ribadisce di voler continuare sulla linea del confronto in giunta su qualunque progetto della Circoscrizione. Marco, in segno di apertura, ribadisce la volontà di confrontarsi insieme e di lavorare coordinati su uno dei progetti più importanti del territorio. Il coordinatore alla V annuncia che, non essendo state accettate le "richieste di IDV", si allontana dalla giunta.
Il coordinatore alla II commissione, anch'egli di IDV, non era informato di quanto stava accadendo e ha confermato una linea differente dal coordinatore alla V. Da qui le virgolette per "Richieste di IDV", probabilmente da ritenersi un'espressione gergale.
- nel consiglio del 13/7 il consigliere Vito LoTito, annuncia il passaggio dal PDL ai Moderati, entrando quindi a tutti gli effetti in maggioranza
- per non fermare le attività di molte associazioni, il progetto cultura deve andare avanti: la giunta, senza il coordinatore alla V, introduce le collaborazioni con il museo “A come ambiente” e con l’Unitre per i corsi di computer. Vengono inseriti corsi gratuiti per il computer e definite collaborazioni con il progetto multimediale; si stabilisce il principio di valore minimo di partecipanti senza i quali non è possibile avere contributo… La giunta decide di portare comunque il progetto in consiglio nonostante il mancato apporto del coordinatore competente .
- nel consiglio del 15/7 la delibera del progetto cultura è presentata a nome della giunta e del presidente, non del coordinatore alla V. Il capogruppo di IDV legge da un foglio un dichiarazione (scritta da altri, sembra di intuire): nel progetto cultura non è stato coinvolto il coordinatore alla V, per cui i componenti del gruppo IDV possono votare liberamente. Il capogruppo dei Moderati esplicita che il coordinatore alla V non può più permettersi di fare il bello e il cattivo tempo a suo piacimento. Al voto, favorevole tutta la maggioranza, tranne il capogruppo IDV e il coordinatore alla V che si astengono. Dunque favorevole anche l'altro coordinatore IDV (II - viabilità). Voto favorevole anche di Lupi e Di Silvestro.
- la maggioranza (compreso, anche compreso in questo caso, il coordinatore alla II) ritiene che sia necessario un chiarimento; viene convocata una riunione di maggioranza per venerdì 17 luglio: il capogruppo di IdV avvisa nel primo pomeriggio di non poter venire, il coordinatore alla V non si presenta senza avvisare, il coordinatore alla II partecipa. Si discute sulla situazione ma con l’assenza di alcuni protagonisti non è facile. La giunta (tranne il coordinatore alla V) ed il presidente fanno emergere le difficoltà di lavoro ed esplicitano la perdita di relazione con il coordinatore alla V.

Dopo l’estate calda dello scorso anno abbiamo un nuovo periodo caldo ed i protagonisti sembrano essere sempre gli stessi… l’attenzione al territorio sembra passare in secondo piano rispetto ad altri interessi. Nel frattempo si giocavano le carte per la definizione di posti in Comune ed in Provincia: forse c’è anche qualcos’altro sotto…

Massimo

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...