martedì 21 luglio 2009

Il quartiere che non voglio

Sabato 4 luglio nei pressi della Cascina Giajone, a pochi metri dalle iniziative estive che richiamano molta gente ogni sera, c'è stata una grave e violenta aggressione di stampo razzista ai danni di Michel Ngaba, un nostro concittadino di origini congolesi, in Italia da 23 anni. Il gruppo che, denotando un enorme coraggio, ha eseguito l'aggressione in netta superiorità numerica, non si è fatto fermare né dal pericolo di arrecare gravi danni a Ngaba, né dalla presenza della figlia di 3 anni, terrorizzata, e del padre anziano. Su La Stampa è stato pubblicato un trafiletto sulla vicenda.


Ho scritto un ordine del giorno per esprimere la solidarietà della Circoscrizione al signor Ngaba e alla sua famiglia, e per condannare ogni forma di razzismo. Mercoledì scorso è stato votato all'unanimità dal Consiglio, dopo la testimonianza diretta del signor Ngaba e al termine di un dibattito in cui molti consiglieri, persino in questa occasione, non hanno rinunciato a polemiche politiche davvero fuori luogo, condite da distinguo che sembravano tentativi di mettere la testa sotto la sabbia ("aggressione si ma non razzista"; forse frasi come "Negro di m." e "Per te è finita negro" fanno parte dello slang di qualcuno, non certo delle persone normali). La testimonianza dell'interessato lasciava pochi dubbi.



Aggiornamento: domani, venerdì, alle 21 il sindaco Sergio Chiamparino verrà in Cascina Giajone per consegnare al signor Ngaba una targa in segno di solidarietà a nome della Città di Torino, della Circoscrizione 2 e dei sui residenti.
Riguardo il ritardo di cui - giustamente - parla Fabrizio nel commento: abbiamo saputo dell'episodio solo qualche giorno dopo, ho scritto d'urgenza l'ordine del giorno, condiviso al volo con i capigruppo per discuterlo nel primo consiglio utile (appunto quello del 15 luglio). Poi - lo ammetto - sono stato un po' lento a postare...

Massimo

3 commenti:

faber ha detto...

Bravo Massimo!!! Appoggio in pieno quanto hai fatto, anche se con qualche giorno di ritardo ;-)
Purtroppo c'è ancora gente che pensa davvero "io non sono razzista, sono loro che sono diversi".
A presto.
Fabrizio

Cristiano ha detto...

Si può venire?

Massimo ha detto...

Penso proprio di sì.
Sfortunatamente l'ho saputo solo ieri, spero comunque di esserci.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...